menuredazionecontattitwitterfacebookinstagrampinterestgoogleyoutube

      itaeng
Crystallize

 

ARCHITECTURE FOCUS:

NEW SPACES

A metà strada tra un origami e un cristallo, l'edificio diventa una forma unica, che si piega, e ripiega, formando gli spazi e le componenti. L'ispirazione viene dal cielo, dai cristalli, il futuro è ora, anzi è già passato, è la realtà. Non solo cambia la forma, ma cambiano gli spazi stessi.

 

SCHNELDER+SCHUMACHER - Autobahnkirche Siegerland

 

A metà tra un megacapo di batman e un mega origami, la chiesa autobahnkirche sorge all'uscita di un'autostrada (sia mai che vogliate fare una preghiera anti-incidente). E ora viene il bello, passando per suddetta autostrada il fronte dell'edificio che vediamo delinea una vera e propria chiesa! OMG!
Poi l'interno, seppur molto bello, c'entra gran poco, i volumi appaiono più morbidi, curvi, molto spirituale.

 

KENGO KUMA - Kyushu Geibun Kan

 

Arte giapponese, origami e paesaggio. I piani si piegano formando spazi e paesaggi interni per la creazione e la mostra di arte e cultura. In lontananza si vede come in realtà l'edificio prenda spunto e si mimetizzi al paesaggio circostante. Bè, che dire? Se anche Kuma lavora su questo!

 

GIORGI KHMLADZE - McDonald

 

Avete presente i McDonald che finora conosciamo? Scordateveli! Quello realizzato in Georgia è il sentore (o meglio la speranza) che McDonald abbai assunto un Architetto per i suoi fastfood.
In realtà si tratta di due aeree, una di ristoro e una di benzina, ma fisicamente e visivamente isolate l'una dall'altra, e ciò che per la pompa è una tettoia, per la ristorazione è un giardino! Bella idea!

 

DAVID HOTSON - Skyhouse

 

New York, appartamento a Manhattan, giochi di forme, luci e spazi. Tant'è che a guardare le foto non si capisce nemmeno quale sia il punto di presa. Come cadere all'interno di un origami ci si perde in degli spazi indefiniti. la regolarità non esiste, le forme essenziali si aggregano formando spazi complessi. E se per caso uno spazio ci appare semplice (della serie non ci facciamo mancare nulla), basta abbassare lo sguardo e vediamo riflettere sul pavimento un altro origami.

 

GMP ARCHITEKTEN - Baku Crystal Hall

 

Centro sportivo e sala da concerto: un arena polifunzionale. Facciata modulare cristallina. O meglio, cristalli giganti che contornano l'edificio costituiscono la risposta per la richiesta della comittenza di un punto di riferimento ampiamente visibile ed efficace (bello o brutto non ci interessa, devono avergli detto).

 


credit: Andrea Masato