menuredazionecontattitwitterfacebookinstagrampinterestgoogleyoutube

    itaeng
CutOut

 

FASHION FOCUS:

DIMENSIONE, SCALA E PROPORZIONE

Concettualità e spazi virtuali: questa nuova realtà è la poesia del futuro.
L'utilizzo di materiali non tradizionali mescolato a conoscenze tradizionali e a tecniche innovative dà vita alla fusione tra moda e tecnologia e ci conduce verso un futuro nemmeno troppo lontano dove il campo delle tre dimensioni spaziali è assolutamente pertinente a immagini ed oggetto.

 

BECCA MCCHAREN ss 2015

 

McCharen e la nuova collezione SS15 Chromat: architettura e progettazione urbana sono un tutt'uno e si esprimono in una ricerca hi-tech e sofisticata, assolutamente 3d.

 

NOA RAVIV - Hard Copy collection

 

Raviv, l'arte classica e le sue rivisitazioni in chiave ultracontemporanea.
Lo spazio viene deformato e  manipolato attraverso immagini digitali complesse che solo grazie alla tridimensionalità possono diventare tangibili: dimensioni, scala e proporzione per un effetto a dir poco spettacolare.

 

ThreeASFOUR fw 2014/15

 

ThreeASFOUR propone invece sagomature, tagli ridefiniti e portati all'estremo che vanno a creare gochi di linee, forme e strutture.Tecnica e perfezione al servizio di una creatività che si sta abituando a pensare oltre ogni confine.

 

PLAAT - Quinten Peuling & Wisse Trooster + Dewi Bekker

 

Gusto più minimal ma non per questo meno interessante: la collaborazione Plaat tra i designer Quinten Peuling & Wisse Trooster e Dewi Bekker dà vita grazie alla lavorazione di legno intagliato al laser ad una pochette flessibile caratterizzata da motivi lineari e iper precisi.
Ritroviamo semplicità e purezza di grafismi intagliati anche in alcuni outfit Leitmotiv, i più interessanti della collezione SS15.

 

LIETMOTIV ss 2015

 

Una vera e propria fusione che si fa arte: sagomature assolutamente pulite che sono il punto di partenza, e stanno alla base dello sviluppo di quell'avanguardia creativa che sta prendendo piede e rendendo possibile la realizzazione di progetti molto ambiziosi.

 


credit: Monica Montanaro