menuredazionecontattitwitterfacebookinstagrampinterestgoogleyoutube

      itaeng
Fluxophy

 

VIDEO FOCUS:

LISTEN TO THE WATER

Luci ed ombre danzano riflesse dalla simbiosi di corpi e acqua attraverso le riprese dell'artista Emma Critchley i cui progetti derivano proprio dalla profonda passione per l'immersione come profondo è il rapporto che si crea fra le due tipologie di sinuosità.

 

L'arte si rivolge a tutti nella speranza di essere, prima di tutto, sentita, di suscitare uno sconvolgimento emotivo disse Andrej Tarkovskij, uno dei punti di riferimento per la Critchley la quale non solo ricerca una visione dell'incontro tra corpo e fluido ma il cui obiettivo si espande anche sul piano sonoro e, aldilà del video qui sotto presentato, attraverso un progetto fotografico che l'ha condotta al the perfect shot scattata in una piscina nel Sussex.

 

Se la Critchley ricerca e mostra la magia di un mondo ovattato qual è quello subacqueo, Yohji Yamamoto in collaborazione con Adidas dà vita ad una collezione ispirata alle arti marziali, alla bellezza e alla perfezione dei suoi movimenti. Il moto oscillante regna sovrano ed è impossibile non citare il film del 2002 Hero di Zhāng Yìmóu in cui Musica e arti marziali condividono lo stesso scopo: il raggiungimento di uno stato di coscienza superiore. Gli abiti prendono vita danzando insieme alla sinuosità corporale.

 

Infine, ciò che vien mostrato, altro non è che sacralità danzante nella fluidità della silhouette: una prima totalmente immersa in uno scenario visionario dove, a tratti veloce e a tratti appellandosi al rallenty, la scomposizione e ricomposizione liquida del corpo avviene attraverso la privazione della carnalità a favore dell'essenza; una seconda, invece, decorata di armonia in un continuo riscoprirsi sotto nuove sembianze, sotto nuove forme grazie ai lavori artistici, talvolta positivamente oscuri, di Jesse Kanda.

credit: Elena Usai