menuredazionecontattitwitterfacebookinstagrampinterestgoogleyoutube

      itaeng
FrameFace

 

FASHION FOCUS:

NO FACE IN RUNWAY

Il volto, l'identità di una persone, qualcosa di unico e indefinibile, indecifrabile.
Tutti uguali, ma allo stesso tempo uno diverso dall'altro.
E' la prima cosa che guardiamo di una persona (credici!), ed è quello che ci ricordiamo delle persone (o almeno dovremo).
Ma la tendenza questa volta è quello di coprirlo, di cambiarlo, di modificarlo, di trasformarlo, di incorniciarlo... si insomma, evviva i brutti!
Già la tendenza era apparsa durante le scorse sfilate, dove stilisti hanno coperto i volti in passerella: forma d'arte o risparmio su make-up artirst, fashion stylist e modelle?

Passiamoli in rassegna:

 

AF VANDEVORST

 

Barboncino style, Vandervorst sceglie di allungare la frangia, coprendo almeno parzialmente il volto, lasciando visibile solamente la bocca. Tralasciando chi si è occupato delle acconciature, il risultato è dubbioso.

 

GARETH PUGH

 

Oddio una vedova, oddio è accompagnata da aliene. Vedove e calze in testa? Che abbiano preso ispirazione da qualcuno?

 

MAISON MARTIN MARGIELA

 

Margiela già da tempo lavora sul viso, ha iniziato con delle semplici calze in testa, poi la calza è stata elaborata, come vediamo qui, fino a diventare una vera e propria maschera di pietre preziose. Non oso immaginare cosa aspettarmi al prossimo show!

 

PHILIP TRACY

 

La qualunque ovunque, Philip non si è sprecato,  che dire? C'è la regina del sole, l'ufo (che poi verde non si sa perché) e la donna edera nera. Stravagante e accattivante, ma nel complesso rimango un po' incerto.

 

SIBLING

 

Non capisco cosa possa spingere uno stilista a far indossare un'enorme ponpon gigante in testa: infanzia difficile? Tralasciamo il resto che è meglio.

 


credit: Andrea Masato