menuredazionecontattitwitterfacebookinstagrampinterestgoogleyoutube

      itaeng
GodLessGlory

 

La tendenza religiosa si ripresenta ciclicamente, ma ora l'aspetto provocatorio cede il posto alla vera e propria profanazione esplicita.
Monache nude, giovani ragazzi tatuati che incarnano la figura della nuova Sindone e uomini di chiesa rapiti da morbosi impulsi carnali. 
Troviamo così servizi fotografici e mostre artistiche che rappresentano i clamorosi ossimori religiosi che negli ultimi anni si trovano nelle pagine dei giornali, e che hanno tolto la santità al clero, calandolo nelle debolezze e perversioni terrene.

 

W MAGAZINE - Fashion Bible

DAVID BOWIE - The Next Day video

 

La Chiesa non fa più alcuna paura, non raccoglie più le folle e ha perso tutta la sua credibilità. 
Dopo secoli di obbligazioni e bigottismo, si forza il binomio erotismo/religione. Tentando di restituire tutta la dignità negata al sesso e al corpo nudo, si vedono sante trasfiguranti che sembrano colte nel momento dell'orgasmo, e spose impure presentate a Dio in trasparenti veli e candidi merletti.

 

GORDON VON STEINER - Givenchy x Barneys

 

Perso il suo ruolo di guida terrena per il passaggio alla vita eterna, la Chiesa continua comunque ad ispirare e ad affascinare stilisticamente grazie alla sua maestosa iconografia classica e al tema della croce, utilizzata spesso in maniera ossessiva.
E' una profanazione gloriosa, che va dall'utilizzo di alcuni elementi tipici della vestizione sacra accostati ad abiti laici provocatori, all'utilizzo di cattedrali come scenografia a servizi di nudo; dalla stampa di un quadro rinascimentale raffigurante la Vergine in una t-shirt, alla sconsacrazione di chiese per farne un'abitazione di lusso.

 

MARC LAGRANGE

MICHAEL MORRISON

SEBASTIAN FAENA

 

La religione si cala nel mondo terreno, il clero è umano, cede alle tentazioni, cade nei vizi. Alleluia.

 

editorial: Maira Passuello

color card: Monica Montanaro