menuredazionecontattitwitterfacebookinstagrampinterestgoogleyoutube

      itaeng
GodSavedTheQueen

 

ART FOCUS:

ERWIN OLAF
Les derniers hosneurs rendus aux infortunes illustrisismes Comtes d'Egmont et de Horne


Immortalità, monumentalità, rispetto reverenziale.
La fotografia, etimologicamente, è scrivere con la luce, luce che cattura un attimo reso così eterno. La fotografia digitale, tuttavia, ci ha dotato della possibilità di catturare e conservare migliaia, milioni di momenti. In una sovrabbondanza che è dilatazione e disorientamento del ricordo.
Confusione, anche. Da qui forse la necessità di fare un passo indietro con la coscienza dell'oggi.
Nel progetto di Olaf ci si immerge nel quadro storico, usando la pellicola come tela. Dove il pittore, Louis Gallait, ha speso ore sui dettagli di una pennellata, il fotografo ha il tempo di uno scatto. Preparato con perfezione maniacale, ovvio. Qualcosa cambia, com'è giusto che sia, e l'immagine storica diventa rappresentazione, con personaggi ben definiti, in una scena evocativa di doloroso rispetto.




credit: Antonella Scambia