menuredazionecontattitwitterfacebookinstagrampinterestgoogleyoutube

      itaeng
Marblellous

 

DESIGN FORNITURE FOCUS:

MORE IS LESS?

Solidità. Storia. Ricchezza. Marmo.
La crisi non fa più moda, stanchi di mobili fai-da-te, stanchi di arredi in truciolato, addio Lack di IKEA e bentornato marmo di Carrara.
In controtendenza all'ecosostenibilità, al riciclo, al risparmio, il marmo ritorna in auge e ai vecchi splendori dei busti in marmo degli imperatori. A volte in modo diverso, altre con lavorazioni diverse e tecnologie diverse.
E se eravate alla MilanDesignWeek ve ne sarete sicuramente resi conto.

 

ZAHA HADID - Citco

 

Zaha Hadid, archistar dei nostri tempi è onnipresente. Le sue architetture, le sue linee, i suoi disegni sono riconoscibilissimi, come riconoscibilissimi sono i pezzi marmorei che quest'anno in collaborazione con Citco presenta al Salone del mobile. Luna, Calla e Tela.

 

SCOLTEN & BAIJINGS - Solid Patterns

 

In contrasto con le naturali venature della superficie del marmo, lo studio olandese Scholten & Baijings progetta delle incisioni geometriche come decorazioni di una serie di tavoli. Cinque pezzi unici, diversi per forma altezza e possibilità d'utilizzo.

 

ALESSANDRO MENDINI - Proust

STEFANO BOERI - Onda

PAOLO ULIAN - Comb

STEFANO GIOVANNONI - Rabbit Tree

 

Solid Sense. Da progetto creativo a mostra. Quattro personalità del mondo dell'architettura e del design. Quattro opere ferviate da quattro blocchi di marmo di rara qualità. Tutti presentati alla MilanFashionWeek. Dal "Tavolo Onda" di Stefano Boeri, alla poltrona "Proust". Dal tavolo con sedie "Rabbit Tree" di Stefano Giovannoni al progetto di Paolo Ulian "Terra" e "Comb".

 

STEINWAY & SONS

 

In occasione dell'inaugurazione della mostra inoltre, si è esibito David Bryan seduto ad un pianoforte Steinway & Sons interamente in marmo. More is less?

 


credit: Andrea Masato