menuredazionecontattitwitterfacebookinstagrampinterestgoogleyoutube

      itaeng
MicroShuffles

 

VIDEO FOCUS:

IL CORPO NUDO

Il corpo come regno di esseri invisibili che risiedono in ogni frammento di quella vallata viscerale che ci protegge durante il percorso. Creature talmente minuscole ma allo stesso tempo fondamentali che influiscono con il loro esistere su ciò che consideriamo una rigida muraglia. Ciò che è oscurato al nostro occhio incute paura, eppure sono coloro che, onnipresenti, divengono i nostri compagni di viaggio.

 

 

L'Olanda, custode del padre della microbiologia Antoine van Leeuwenhoek, apre il primo zoo che permette di incontrare i nostri compagni non immaginari innalzando quella coscienza che entra a far parte del nostro esistere comune. Batteri indossati quotidianamente come un abito firmato Margiela.

 

 

Al nostro interno si sprigiona un universo di colori. Boom! Pulsazioni, labirinti fluenti di in una danza astratta nell'eterno scorrere di primordiali fluidi. Esseri che dall'aspetto amichevole possono tramutarsi in un fluido mortale come un "terrore privato di forma" nel caso del film di Chuck Russell del 1988 o nei panni di nemici mondiali come per Soderbergh ed il suo Contagion. Al riguardo fu interessante osservare, durante la campagna pubblicitaria del film, come la Warner Bros abbia "ingaggiato" batteri e funghi che in una sola notte, all'interno di una teca, si sono sviluppati dando vita al titolo del film.

 

 

Visioni disturbanti alla Borroughs divengono protagoniste assolute del voyeurismo tecnologico che consente ai nostri occhi di entrare dentro noi stessi, dentro ciò che di più caro possediamo.

 


credit: Elena Usai