menuredazionecontattitwitterfacebookinstagrampinterestgoogleyoutube

      itaeng
PopLoop

 

DESIGN FOCUS:

POPMODERN

Il pop è la corrente artistica più longeva, sorprendente e trasformista che abbia avuto rilevanti influenze nel mondo del design. Partita con gli ormai classici oggetti Radical fuori scala dei sixties, il Pratone, il Cactus, la poltrona Joe, non si è interrotta negli anni '80 del postmodernismo, evolvendosi nelle texture ipercromatiche di Memphis e Alchimia. Negli anni '90 del minimalismo diventa la controtendenza ispirata al Pop Surrealismo, inglobando il mondo del fumetto e del cartoon nella progettazione e invadendo le cucine italiane con gli oggetti Alessi, disegnati da cartoonist del calibro di Massimo Giacon. La sottotraccia contemporanea non presenta soluzione di continuità con le tendenze passate, ma le amplia mettendole in risonanza col mondo della grafica e della comunicazione del nostro momento storico. Continuano i colori ipersaturi, come nei famosi cactus in ceramica del pirotecnico Jaime Hayon.

 

JAIME HAYON

 

Continuano i fuori scala surreali con gli oggetti pulp di Fabio Novembre, continua l'invasione di personaggi derivati dal mondo del fumetto con la collezione di ceramiche The Pop Will Eat Himself di Massimo Giacon per Superego.
Nuove declinazioni molto interessanti sono i deliranti oggetti di Adam Nathaniel Furman, progettati senza una funzione specifica ma con un grosso processo concettuale alla base, sviluppato in un blog surreale che li collega alla vita del suo creatore. Qui la citazione pop art si arricchisce di tematiche digitali collegate all'uso dei social network.

 

ADAM NATHANIEL FURMAN

 

Mentre Brett Kern sfrutta le stesse tecniche di detournement dell'artistar Jeff Koons, acclamato re del pop contemporaneo, famoso per i suoi palloncini in fusione di alluminio giganti e pesantissimi, creando deliziosi finti gonfiabili in ceramica dalle tinte sature.

 

RICHIE VELAZQUEZ


credit: Diego Zanella