menuredazionecontattitwitterfacebookinstagrampinterestgoogleyoutube

      itaeng
PornoBrazil

 

FOOD FOCUS:

SILVIA VIGANO' _ PLASTIK LUNA PARK

 

 

L'incontro tra Silvia Viganò e EasyFashionFood, sancisce una collaborazione molto interessante, dove la fusione tra arte e food diventa "alla portata di tutti", portando appunto l'arte in tavola, e con essa quel tocco unico e accattivante quanto basta per riuscire a rendere il momento dei pasti qualcosa di magico.

ECH: Silvia, che significato dai all'uso di determinati colori rispetto ad altri nei tuoi lavori, e come mai la scelta di lavorare con tonalità che virano al fluo?
SV: Seguendo la tendenza del recupero dell'immaginario infantile che contraddistingue l'arte pop contemporanea ed appartenendo alla generazione di adolescenti italiani cresciuti nell' era dell invasione giapponese di manga e anime, mi ritrovo un patrimonio iconografico declinato al femminile per la caratterizzazione cromatica, virata sui toni brillanti, ipercromia psichedelica, propensione verso il fantastico. Mi piace costruire i miei dipinti come fossero arazzi stroboscopici, capaci di attirare immediatamente l'attenzione del pubblico. I miei dipinti sono paradisi artificiali, edenici giardini di plastica abitati dalle campionesse di un nuovo e scintillante girl power, sospeso tra passato e presente, ma anche tra realtà e immaginazione. Ogni opera è il frammento di una storia, il soggetto di una sceneggiatura aperta, di un incipit dagli imprevedibili svolgimenti, che spetta solo all'osservatore completare. Mi interessa soprattutto colpire l'occhio, imprimere sulla pellicola fotosensibile della nostra retina il gioco dei colori e degli umori, instillando in chi osserva un mood che è soprattutto emozionale e sentimentale. Per questo scelgo solo tonalità molto vivaci, forti e fluo!

ECH: Cos'è per te l'arte?
SV: Spiegare cos'è l'arte è un concetto estremamente ampio; semplificandolo ai minini termini è l'esternazione di un pensiero o di un idea molto intima e profonda che risiede nel subconscio di ogni persona. Ognuno la può comunicare al mondo tramite determinati mezzi, io lo faccio con la pittura. Mi piace affascinare il pubblico con i miei colori forti, le mie bambole ammiccanti ed i miei mondi fantastici; c'è chi guarda le mie opere con ammirazione o con disprezzo, ma sicuramente non con indifferenza e questo è l aspetto principale. Perchè l importante è far parlare di sè nel bene o nel male: è solo così che puoi davvero arrivare a lasciare qualcosa di importante!

 

 

SILVIA VIGANO', cresciuta con una grande passione per la moda, l'arte ed il design, si laurea all' Istituto Marangoni di Milano in fashion design.
Ha lavorato per un certo periodo nel mondo della moda creando anche una propria linea di t-shirt, ma contemporaneamente si è dedicata alla pittura.
Nel 2008 nasce "Glam in Pink", mostra curata da Chiara Argenteri presso la galleria "Stragapede & Perini" di Milano.
Da quel momento si dedica totalmente all'arte, partecipando sempre nel 2008 alla collettiva "Un biglietto da new pop a no pop", curata da Igor Zanti presso la galleria "It' s my" di Milano.
Successivamente ha partecipato alla prima edizione milanese di "Arte accessibile" al Superstudio di Via Tortona.
Il 2009 si apre con "Exploration of thespirit " alla Art fusion gallery di Miami Beach (USA).
Lo stesso anno nasce la collaborazione con "Rugiano interior decoration" con la creazione di opere per gli showroom di Via Moscova a Milano, di Hong Kong e Mosca. In ottobre inizia il rapporto tuttora duraturo con la galleria "Gio Art" di Lucca con cui partecipa a 3 edizioni di "Arte Padova".
Dicembre 2009 : collabora con la galleria Mazzoleni di Bergamo per B.A.F 2010 e, in seguito espone nella loro galleria all interno del "Forte Village" di S. Margherita di Pula.
Nel 2011 inaugura la seconda personale intitolata "Silvia in Wonderland", curata sempre da Chiara Argenteri nella galleria Mazzoleni di Bergamo.
Settembre 2011: partecipa alla collettiva "Art Italien Contemporain" presso l'Espace Kiron di Parigi (Francia) .
Il 2012 inizia con "Arte Genova" tramite la galleria "Gio Art".
Ad aprile prende parte ad "Arte Accessibile" con il progetto "Fashion girls al gusto di frutta", curato da Alessandra Redaelli.
Ad ottobre presenta i suoi lavori alla fiera "Cutlog" di Parigi con l'associazione Arting 159, mentre a novembre è di nuovo alla nuova edizione di Arte Padova.
Hanno scritto sul suo lavoro diversi critici e curatori, tra cui Chiara Argenteri, Igor Zanti, Alessandra Redaelli, Ivan Quaroni.
Suoi lavori sono stati pubblicati sulle riviste Effetto Arte, Flash Art, Glamour e AD.


credit: EasyFashionFood, Silvia Viganò _ www.silviavigano.it