menuredazionecontattitwitterfacebookinstagrampinterestgoogleyoutube

      itaeng
ProAliasing

 

A metà tra gioco e tecnologia, la simbologia contemporanea si estende al di fuori del computer e si palesa delineando una nuova normalità.
Chiunque si riconosce in quelle che sono le icone della tecnologia quotidiana, e spiazzando lo spettatore, troviamo sempre più frequentemente chi la estrapola dal proprio desk e la inserisce ludicamente in contesti esterni alla propria natura, alludendo senza oppressioni ad una denuncia di quanto tutta questa realtà sia ormai fuori controllo.

 

LANA DUMITRU

Toru Izumida

 

Fotografi e fashion designer riportano così nelle proprie opere gli inconfondibili elementi iconici dei vari software di progettazione grafica, dando il ruolo da protagonista a quello che è sempre stato il dietro alle quinte del proprio lavoro.
Uno su tutti, il background di Photoshop, che, riconoscibile ormai a livello globale, diventa fondale per shooting e texture sopra cui sviluppare intere collezioni.

 

LAFAILLE fw 2014/15

SHOWSTUDIO #asif

 

E ancora.
Artisti che invadono giocosamente la città con l'iconografia tipica del fotoritocco, rivelando un linguaggio digitale divenuto immagine estetica quotidiana.

 

Tayfun Sarier + Guus ter Beek - street eraser (detail)

SHOWSTUDIO #asif

 

Abituati a quanto sia realizzabile tramite l'ausilio del computer, vediamo l'esistenza con nuovi occhi, come se le modifiche possibili nel mondo virtuale ci fossero concesse anche nel mondo reale.
Una visione sicuramente distorta, eppure, diciamolo, quasi rassicurate.

 

editorial: Maira Passuello

color card: Monica Montanaro