menuredazionecontattitwitterfacebookinstagrampinterestgoogleyoutube

      itaeng
ProAliasing

 

CULTURE FOCUS:

SELFIEVIRUS

Ora che è stato pure inserito nell'Oxford Dictionary, il termine Selfie è in piena regola. Eletto il termine più utilizzato per l'anno 2013, l'autoscatto sembra essere un vero e proprio virus, che con l'aiuto di Instagram e Facebook, i cui tempi di diffusione sono addirittura più veloci di quelli della vita reale, si è diffuso a macchia d'olio.
Coniugato nel 2002, ha conquistato tutti, ma proprio tutti, fino al 2014 con l'ormai famosissimo selfie da Oscar di Ellen Degeneres.
Perfino le antiche statue greche e romane sembrano essere in posa per un selfie, e lo dimostra questa serie di fotografie, del cui autore abbiamo solo il nickname, ossia Jazus_ur_lookin_well. Che in una giornata trascorsa alla galleria d'arte Crawford a Cork, in Irlanda, si è divertito fotografando questa divertente serie.

 

JAZUS UR WELL

 

Ma non disperate, sono già partite le campagne di denuncia dei selfie e Kirsten Dunst ne è la madrina, che per l'Anti-Selfie Movement ha girato questo video, in cui lei recita la parte di se stessa, sbigottita del fatto che due fan la fermino, e siano più interessate a postare il selfie con lei più che a conoscerla e farle qualche domanda.

 

MARCEL DUNGER - jewelry

 

Quello che vediamo non è un'esagerazione, non è un'enfatizzazione di quello che succede. È tutto molto plausibile, ed è innegabile che la situazione sia questa. Ma sono veramente i selfie i soggetti in questione, oppure sono soltanto una delle tante caratteristiche che le nuove tecnologie e i social network hanno portato e modificato le nostre vite? Selfie non è forse solo una modalità di fotografia, come la panoramica, o la notturna?

 


credit: Andrea Masato