menuredazionecontattitwitterfacebookinstagrampinterestgoogleyoutube

      itaeng
SuperHeroesLikeMe

 

SPERIMENTARSI AL LIMITE


L'idea di felicità che da sempre mi affascina, lungi dal darne una definizione, coincide all'incirca col fare tutto ciò che posso per sentirmi estremamente viva. Tutto ciò che posso è naturalmente diverso per ognuno: ciascuno può a partire da quella che è la propria vita, capacità, sogni desideri e inclinazioni che se realmente vissuti hanno il potere di far sentire energici e gioiosi, esplosivi ed incredibilmente vivi. Non si tratta di perdersi in un ozioso esercizio psicologico in cerca di "se stessi", o di interpretare e sovrainterpretare segnali che svelerebbero un io nascosto in profondità e represso da costrizioni esterne di ogni tipo; né tantomeno si ha a che fare con una progressiva e lenta realizzazione di sé - realizzazione che durerebbe una vita intera e che avrebbe culmine nella perfetta e compiuta conoscenza di sè… Qui si ha a che fare piuttosto con una sperimentazione concreta di sé.


 

Si prenda un corpo e gli si chieda cosa può fare, cosa può renderlo ancora più potente, attivo ed energico: non lo saprà mai prima di agire veramente. Esercizio di estrema concretezza che dura una vita e che ognuno ha da fare per proprio conto. Si tratta di far vibrare corde soltanto nostre fino a farle esplodere, portando al limite le nostre possibilità - possibilità che non possiamo conoscere in nessun modo prima di sperimentarle e viverle nel concreto. Esercizio spiazzante e affascinante dai risultati inaspettati: non si troverà mai quel che si cerca, proprio perché non si può sapere in partenza cosa ci fa sentire vivi ed energici, cos'è positivo per noi e cosa invece ci toglie forze e vita, fino a che punto possono arrivare le nostre potenzialità… non siamo mai abbastanza consapevoli della nostra forza fino a che non la sentiamo pulsare dentro di noi. Si tratta di sperimentare, oggi qui e ora: l'obiettivo è di aumentare la nostra potenza, che coincide con la nostra vitalità. Più riesco a vivermi le mie potenzialità, più cioè riesco a dar forma e vita a quelle che sono le caratteristiche e inclinazioni che mi appartengono, più sarò attivo e potente - energia che scorre e implosione di sentimenti che diventa poi esplosione vivace al di fuori. Ci si vive a tutto tondo e in questo si è unici e potenti, e tanto più potenti quanto più ci si arrischia a viversi come insieme di sogni e possibilità da scoprire e portare all'estremo – si sperimenta così la propria forza, di cui si è da sempre inconsapevoli.
Essere super eroi può anche voler dire accettare la sfida che ogni giorno le nostre potenzialità ci offrono: ed è una sfida perché non possiamo mai sapere in anticipo dove ci porteranno e come diventeremo. Libertà, forza e gioia dipendono molto dall'essere veramente quello che siamo e dal fare di tutto per diventare quello che vorremmo ancora essere – sintonizzarci con le nostre potenzialità appunto, accrescerle e potenziarle, metterci alla prova toccando ogni volta il limite, non sprecare nessuna delle nostre forze.


credit: Anna Montanaro