menuredazionecontattitwitterfacebookinstagrampinterestgoogleyoutube

      itaeng
TwinTwinPeaks

 

ART FOCUS:

IN DREAMS

Twin Peaks è una delle migliori serie televisive di tutti i tempi. Creata da David Lynch e Mark Frost, nella trama apparentemente legata ad uno sviluppo canonico presenta surrealiste presenze, violenze mostrate solo negli effetti, eleganti sospensioni che scardinano l'ordinario. Con la suspense al limite della tensione, distante e astratta, firma del suo creatore, è destinata ad imprimersi nella mente dello spettatore e a diventare un cult della cultura pop degli anni ottanta americana.
A Lynch e alle sue visioni, è ispirata una grande esibizione appena conclusasi alla Sopke Art di San Francisco. A lui e al suo genio creativo si ispirano gli artisti, una cinquantina, che per l'occasione espongono opere di arte visiva pregne di inquieti colpi di scena, di luci soffuse e popolate di atmosfere deliranti in equilibrio sul buio.

 

IN DREAMS

CUCH SPERRY

 

Antracite è il colore del manifesto della mostra, lo stesso della maggior parte delle opere che l'artista Cuch Sperry propone per l'occasione. Egli inoltre omaggia una delle copertine dell'evento con un ritratto che raffigura il grande regista: i suoi capelli prendono il volo, ma più che essere scompigliati dal vento, sembra diventino fumo, a trasfigurarsi all'interno delle atmosfere dei suoi film. L'autore cita Milton Grasser, ma la grafia dal vago sapore fumettistico contrasta con il serio volto di Lynch rafforzandone lo straniamento.
Auguring è invece l'anello disegnato da Rebecca Rose. Si ispira dichiaratamente alla Dream Room di Twin Peaks e ne riprende simboli e visioni nella scena ad altorilievo che lo caratterizza. Il titolo dell'opera presagisce auguri misteriosi a colui che la possiede.

 

EPYON5

REBECCA ROSE

JOSHUA BUDICH

 

Ereaserhead di Epyon5 è invece ispirata all'omonima pellicola del regista. Il volto raffigurato è incorniciato in una carta da gioco, secondo l'abituale linguaggio figurativo di Epyon5. Lo sguardo teso e allucinato, i colori puri e i segni decisi, sottolineano ancora una volta i tratti decisivi del linguaggio di Lynch, un linguaggio tagliente e sicuro, che continua ad influenzare i campi più vari della ricerca artistica.

 


credit: Silvia Danetti