menuredazionecontattitwitterfacebookinstagrampinterestgoogleyoutube

      itaeng
UltraFakeReal

 

EXPERIENCE FOCUS:

IS REALLY REALITY

Penso che la vera domanda sia, qual'è la realtà? Quando mi sveglio alla mattina, la prima cosa (oltre a rimandare la sveglia per una decina di volte) è controllare tutte le notifiche: email, what'sApp, Facebook, twitter. Non voglio di certo fare uno dei soliti discorsi antitecnologici, anche perché.. oh my god, where is my iPhone? penso di ripeterla un numero inqualificabile di volte. La realtà al giorno d'oggi è vissuta a metà tra la vita vera e propria e la tecnologia. Molti sostengono che alla realtà si arrivi abbandonando tutto ciò che c'è attorno, eliminando ogni tipo di disturbo. Droghe, farmaci, stanze e vasche di deprivazione, performance e installazioni.
Ma veramente per arrivare alla realtà abbiamo bisogno di eliminare qualche senso se non addirittura tutti? Ed è quella la realtà? O è piuttosto una fuga dalla realtà che non ci piace?

 

 

Audio live performances. Dromos. Un progetto sensoriale volto a rallentare ed accelerare il tempo. Il duo artistico Maotik e Fraction hanno sviluppato questa installazione che trasporta il pubblico in una complessa esperienza. Luce, suono e forma che alterano la realtà. Dal filoso Paul Virilio, padre della dromologia, la scienza della velocità nella società umana ad un viaggio audiovisivo di 40 minuti. Più semplice da provare che descrivere. Almeno penso.

 

THE FLOAT POD

 

Inizialmente ero molto scettico, tutta questa storia della deprivazione dei sensi mi faceva tanto "misticismo". Ricordo di essere stato in una stanza di deprivazione sensoriale alla biennale di Venezia. Uno stanzino nero, isolato completamente dall'esterno. Ti tenevano dentro 60 secondi, dei quali i primi 30 cerchi di superare l'attacco di panico che ti è venuto quando ti sei reso conto che ti hanno chiuso dentro dall'esterno in uno sgabuzzino completamente buio, gli altri 30 in una sorta di trans, una cosa veramente strana.
Ebbene, mi son dovuto ricredere, i want to try! Giuro! in queste vasche, si prova il nulla. L'acqua serve per farti galleggiare, fluttuare, poi si regolano le temperature aria, acqua per non far sentire nemmeno la singola goccia d'acqua. Nulla deve far svegliare i sensi durante la seduta che può arrivare perfino ad 8 ore.

 

 

Non c'è bisogno di cuffie particolari. Mettetevi comodi, chiudete gli occhi, indossate le cuffiette e fate partire la traccia. Qual'è la vostra realtà ora?

 


credit: Andrea Masato