menuredazionecontattitwitterfacebookinstagrampinterestgoogleyoutube

      itaeng
WireWorld

 

INSTALLATION FOCUS:

IL FILO ROSSO

Qual'è il fil rouge che tiene insieme materia e colore ?
Molto spesso dimentichiamo che alla base di ogni composizione materica è proprio il filo, imprescindibile per tessere qualsivoglia tela o composizione.

 

TAKAHIRO IWASAKI

 

Il tema del filo, in inglese wire, ritorna, a più dimensioni, nel mondo dell'arte e della grafica tridimensionale. Ci stupisce nell'opera dello scultore giapponese Iwasaki, dove fibre tessili e capelli umani compongono sculture urbane, esposte al museo della città di Kawasaki. Le sculture, realizzate con l'aiuto delle immagini di GoogleMaps, riproducono con precisione strutture industriali e raffinerie petrolifere.

 

SHEILA HICKS

 

L'importanza del filo nella tessitura delle opere si ritrova nel lavoro di Sheila Hicks: le sue monumentali sculture lasciano intravedere il principio (la fibra tessile) e la forma di destinazione (grossi cumuli di fibra colorati, che diventano materia e forma sotto i nostri occhi).

 

BOUNCE BELOW - in Blaenau Ffestiniog

 

Ma il filo è anche tela, sostegno, percorso. La miniera abbandonata «Bounce Below» di Blaenau Ffestiniog, in Galles, costituisce un'attrattiva turistica del tutto particolare: i suoi avventori sono invitati a percorrere dei trampolini sotterranei, sospesi nel vuoto.

 

COMING SOON

 

Evoluzione del bidimensionale, il tema del wire si espande verso la reltà, conduce al tridimensionale come fosse l'imprescindibile passerella che ci permette di coglierne ogni dettaglio, ogni ordito.

 


credit: Alba Nabulsi